Gestione e modellazione informativa

Gestione e modellazione informativa

BIM

UNI 11337-7: 2018

Edilizia ed opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa

Gestione e modellazione informativa

Il modello BIM, acronimo di Bulding Information Modeling, è nato dalla volontà di andare verso la collaborazione tra i progettisti, l’interoperabilità dei software, l’integrazione tra i processi e la sostenibilità. È un metodo di progettazione che consente di integrare le informazioni utili in ogni fase della progettazione. Il BIM è stato reso obbligatorio per le stazioni appaltanti pubbliche dal DM 560/2017, a partire dai progetti con importo lavori uguale o superiore a € 100 milioni già dal mese di gennaio 2019. Tali importi saranno annualmente ridotti, fino ad arrivare all’obbligo di indire i bandi in BIM per la realizzazione o riqualificazione di opere pubbliche per qualsiasi tipologia di lavoro a partire dal 2025.

La Norma UNI 11337-7: 2018 definisce i requisiti relativi alle attività delle seguenti figure prosessionali certificabili:

CDE Manager
Gestisce l’ambiente in cui avviene lo scambio di informazioni tra i diversi attori partecipanti a un progetto (CDE). Controlla il processo interoperabile delle informazioni, la correttezza e tempestività del flusso operativo. Relaziona i contenuti dei modelli con altri dati presenti in piattaforma e applica le tecniche di protezione dei dati.
BIM Manager
Gestisce e aggiorna periodicamente le linee guida di organizzazione sulla gestione informativa per tutte le discipline, coordinando le attività delle altre figure operative. Garantisce il coordinamento del progetto, gestendo i ruoli e le fasi previste, e individua le interferenze riassegnando all’interno del team di progetto la loro correzione. Elabora il capitolato informativo per il committente e il BIM Execution Plan (piano per la gestione Informativa) a uso interno dell’azienda. Verifica l’applicazione operativa ed il rispetto degli standard stabiliti con i BIM coordinator e cura la modifica dei contenuti informativi.
BIM Coordinator
Coordina i BIM Specialist coinvolti nel progetto per garantire l’applicazione degli standard e dei processi tramite l’utilizzo di software necessari per il coordinamento delle attività di redazione, controllo e gestione del progetto BIM. Si occupa anche delle problematiche di condivisione e aggregazione dei contenuti informativi. Riporta al BIM Manager ogni dettaglio dello sviluppo del progetto favorendo il processo informativo.
BIM Specialist
Si occupa dell’utilizzo del software per la realizzazione di un progetto in BIM e dello sviluppo del modello 3D. Elabora ed eventualmente modifica in corso d’opera i modelli grafici e gli oggetti a essi correlati e le loro librerie, esegue l’estrazione dei dati. Svolge anche l’analisi tecnica utilizzando la documentazione aziendale per la produzione di elaborati e modelli (standard e procedure).
La certificazione viene rilasciata dopo aver superato un esame composto da una prova scritta, una prova pratica e una prova orale. La durata della certificazione è quinquennale e sarà convalidata attraverso una valutazione annuale della documentazione attestante il mantenimento delle competenze svolta da ACS Italia e un esame orale previsto alla scadenza della certificazione.

Con la certificazione il professionista è in grado di fornire maggiori garanzie ai propri clienti, acquisire credibilità e accedere ai registri dei professionisti certificati.